lunedì 5 novembre 2018

Advices dispenser... No thanks!!!



“Si sa che la gente dà buoni consigli, sentendosi come Gesù nel Tempio.
Si sa che la gente dà buoni consigli, se non può più dare cattivo esempio.”
(Fabrizio De André)

Vi siete accorti di quanta gente esiste in questo mondo, virtuale o reale, che si sente un “sano distributore di consigli”?
Sono persone “dispenser” che si sentono in dovere, anche se nessuno sa chi li ha investiti di questa missione, di dispensare perle di saggezza come i distributori dispensano i preservativi: uno dietro l’altro.
Sanno tutto, hanno vissuto ogni cosa, si intendono di qualsiasi argomento.
E parlano, straparlano, appunto consigliano.

Mi capita di incontrare questi dispenser umani ogni giorno, specialmente sul lavoro, però anche nel mondo dei blogger non si scherza.
Food blogger, fashion blogger, book blogger o semplicemente blogger, in ciascuna di queste categorie c’è sempre un dispenser di perle di saggezza.
Di recente ne ho letti tre davvero insuperabili.

Il primo era un food blogger che critica quelli che postano le ricette di piatti preparati da loro perché non va bene ed è poco professionale, ma d’altra parte sconsiglia anche di mettere foto di piatti prese da libri di cucina perché c’è il copyright ed è poco originale e quindi dopo un lungo inutile discorso viene fuori che solo lui può postare perché lui sa come si posta mettendo le foto dei piatti degli altri.

Il secondo è un guro del blog mentoring con esperienza pluriennale (Dio ha creato il primo blog dalla sua costola) che dispensa consigli su come gestire il blog, i commenti (che non vanno mai moderati perché si perde la fluidità), la grafica, le PR con i follower e poi nei suoi post non conta più di 5/6 commenti (togliendo i botta e risposta, commenti schietti).
Ed è anche un linguista poliglotta, pensate.

L’altro è un blogger che dice di occuparsi di libri ma di libri in sostanza non ne parla mai (eccetto una rara e sporadica recensione ogni tanto, giusto per mostrare che “è sul pezzo”) però critica il lavoro di altri book blogger (perché non si può segnalare lo stesso libro, perché segnalare non va bene, perché di qua e perché di là...), critica give away ed altre iniziative (alle quali però partecipa) e infine dispensa ottimi consigli che consistono in...
In un bel niente!

Perché questi dispenser sono ECCEZIONALMENTE INUTILI nel sapere sempre cosa è giusto o sbagliato, cosa è lecito e cosa non lo è quando si tratta degli altri e alla fine dei conti non sanno fare altro se non rifilare cazzate gratis.
Frasi fatte, valori aggiunti, pareri non richiesti.
“Parliamone” (stile “doctor is in”) è il loro verbo.
“Fai come faccio io” è il loro credo.

Poi poco importa se le altre persone hanno un modo diverso di concepire la realtà, se la pensano non come loro e se non sono disposti ad ascoltare queste perle di saggezza che olezzano di letame.
Loro devono consigliare.

Chissà cosa accadrebbe se rivolgessero su se stessi questa infinita saggezza che sostengono di possedere...
Intanto, nell’attesa che venga quel giorno, anche io voglio dare un consiglio a chi dà consigli.
Guardate il video J

14 commenti:

Gus O. ha detto...

Il consiglio esige cautela e poi deve essere chiesto.
Bacio Elettra.

Semplicemente Donna ha detto...

Ciao cara Elettra , sinceramente io non seguo molto altri blog in questo contesto , tranne quelli che preferisco come il tuo , e sono tutti di ottimi pensieri ed interessanti argomenti .
Mentre ci sono altri mondi oltre questo dove si , ho letto tantissimi blogger che dispensano consigli , ma non mi interessano .

Grazie del pensiero , tutto bene , spero anche tu tutto bene .

Ti abbraccio forte!

Rosy

Mirtillo14 ha detto...

Ricordo quella bella canzone di Fabrizio De Andrè. C'è tanta, troppa gente che si sente in dovere di dare consigli, a volte offendono gli altri senza rendersene conto perchè solo il loro è il modo giusto di agire. Quanta resunzione ! Saluti .

Sciamanesimo Femminile ha detto...

Sei una grande! dispenser mi sembra un appellativo indicato e avendo te scritto anche del narcisismo patologico vedo una linea di collegamento precisa tra i due argomenti, insomma ma paiono correlati.
Ti auguro una buona giornata Elettra.
PS: Ho avuto a che fare con un dispenser ieri, attenzione, mai criticare "colui che sa" che poi io dico sempre che si apprende da tutte e tutti anche dai dispenser invece chi pensa di sapere tutto e giudica ecco costui o costei perché è bipartisan la tendenza ad essere dispenser (ormai ho adottato il termine mi piace proprio!) è proprio la persona che non apprende da nulla e da nessuno, della serie: ego portali via...." e De Andrè è azzeccatissimo, tra l'altro grazie perché appena sulla mia bacheca ho letto la frase della sua canzone sono corsa qui a leggere tutto il tuo articolo e amando De Andrè mi hai fatto un regalo.

Luigi ha detto...

anch'io ne ho conosciuto uno recentemente: terribile!!!

Elettra R. ha detto...

@Gus O.
Ma questi guru dispensano consigli sempre, anche se non vengono richiesti.
Ricambio il bacio :-)

Elettra R. ha detto...

@Semplicemente Donna
Fai bene a tenerti alla larga da quei blogger.
Io sto bene, mi barcameno tra lavoro e università.
Ricambio l'abbraccio!

Elettra R. ha detto...

@Mirtillo14
Questi dispensatori di consigli sono pesanti come il piombo oltre ad essere presuntuosi.
Ricambio i saluti!

Elettra R. ha detto...

@Sciamanesimo Femminile
Grazie E.
L'appellativo di dispenser di c....e è l'etichetta giusta per questi soggetti che sono davvero borderline.
Mi trovi d'accordo quando affermi che si impara da tutti ma da queste rape vuote non si impara niente.
Mamma mia, ti piace De André, attenta perché ti tacceranno di essere una clone :-)
Ciao bella!

Elettra R. ha detto...

@Luigi
Hai tutta la mia comprensione!
Buona serata.

Olivia Hessen ha detto...

La mia ragazza li chiama "gli scassapigne".
Sì, purtroppo anche io ne ho conosciuti un bel po' (anche in famiglia, mia zia è una campionessa) dentro e fuori la rete e che palle.
Sono persone terribili, stare con loro è una tortura.
Baci!

F.A.V. ha detto...

Guru qua, guru là, tutti bravi a dipensare consigli ma mai a vedere se in loro c'è qualcosa che non va.
Per citare Cristo, queste persone guardano la pagliuzza negli occhi altrui e ignorano la trave che c'è nei loro.
Io preferisco evitare queste persone, questi propinatori di false idelogie e verità contorte.
Se devo sbagliare, so farlo benissimo da me.
Un abbraccio.

Sugar Free ha detto...

Oh shit... anche a me piace De André, dici che al guru dei blog che sa tutto lui verrà un infarto e mi bollerà a vita come clone?
O magari, come dovrebbero fare lui e tutti questi dispenser di consigli, impara a farsi i ca**i propri che campa non cento ma mille anni?

Melinda Santilli ha detto...

Una pletora di persone che quando è stata distribuita l'intelligenza non si sono presentati!
Lasciamoli parlare, tanto sono tutte parole gettate al vento.