lunedì 26 novembre 2018

Class Action contro facebook


C’era un tempo in cui chi lasciava Facebook era definito un eretico perché non capiva quanto fosse importante un social fatto di “gente vera che ci mette la faccia e cose vere, foto vere, video veri”.
Anche io sono stata di questo avviso durante il mio periodo di dipendenza totale da Facebook, prima che capissi che la vita vera non si spende su Facebook ma fuori da esso e che dobbiamo essere noi a controllare quel social e non farci controllare da lui.
Poi per fortuna una volta rinsavita ho iniziato a vedere le cose in modo diverso, e lo hanno fatto anche tante persone.

Tutte insieme queste persone sono state visionarie e geniali proprio come Steve Jobs ai suoi tempi.
Queste persone (compresa me) erano già avanti e vedevano Facebook per quel che era e quel che è: un gran letamaio pieno di mosche che si posano su enormi boasse.
E proprio in questi giorni finalmente grazie a queste persone lungimiranti è cambiato qualcosa.

“Altroconsumo chiede un risarcimento di oltre 285 euro - per ciascun iscritto per ogni anno di registrazione a Facebook - per i danni subiti: il mancato guadagno del consumatore per lo sfruttamento economico dei dati personali da parte di Facebook e per l’indebito utilizzo di informazioni riservate e dei dati sensibili per finalità commerciali.

Lo scandalo dati per Facebook nel frattempo non si arresta. È recente la notizia di un nuovo data breach che ha coinvolto almeno 50 milioni di utenti. Oggi Altroconsumo ha inviato una diffida al social network, chiedendo chiarimenti su una condotta che si reitera a danno dei consumatori.  L’organizzazione chiede al social network di:
- conoscere quanti sono gli utenti coinvolti in Italia e nell’Unione europea;
- descrivere come intende rimediare alla violazione dei dati personali;
- riconoscere un risarcimento a tutte le vittime del data breach.

Commenta Ivo Tarantino, Responsabile relazioni esterne di Altroconsumo: “È intollerabile che Facebook continui ad avere delle clamorose falle nel sistema di sicurezza della propria piattaforma, dimostrando in maniera sempre più evidente di non riuscire a proteggere i dati dei propri utenti. Altroconsumo è impegnata sul fronte della protezione dei dati e della tutela dei diritti dei consumatori in rete. Oggi la nostra azione contro Facebook prende sempre più corpo, anche alla luce dell’ultimo data breach”.

La class action lanciata da Altroconsumo non è l’unica esistente in Europa: ci sono tante class action che stanno diventando una sola, grande azione collettiva contro il più illegale e scorretto social network mai esistito che solo in virtù del suo immenso capitale pensa di potersela cavare ogni volta che promuove pagine e post pieni di odio, violenza e contenuti inaccettabili per una società che osa definirsi “civile”.

Cosa penso di questa class action?
Spero tanto che possa servire a far chiudere per sempre Facebook o almeno a farlo bandire per sempre dall’Italia.
Così tante persone torneranno a pensare con la propria testa e non con quella di Zuckeberg e le persone vere che ci mettono la faccia... sarà meglio che imparino a nuotare altrimenti affonderanno insieme a Zuckerberg in tante enormi boasse.





16 commenti:

Gus O. ha detto...

Chi voleva capire ha impiegato un giorno per farlo.
Gli altri devono seguitare a nuotare nella cacca.
Ciao Elettra.

Olivia Hessen ha detto...

Era ora che anche i Governi si accorgessero di quanto facebook sia pericoloso, incivile e di quanti dati possegga senza alcun permesso.
Altro che il Codacons che scrive articoli contro Altrocnsumo definendolo "esagerato" in questa sua azione: occorre bloccare facebook per sempre!
E chissà se le persone "vere", quelli che rompono le palle anche nella blogsfera, spariranno definitivamente anche loro...

Mirtillo14 ha detto...

Io ricevo un'infinità di e-mail di pubblicità , se non di peggio e mi chiedo da dove è stato preso il mio indirizzo e-mail. Probabilmente da Fb che non sa tutelare la privacy dei suoi utenti ! E io ho sempre consideraro Fb per quello che è : un gran letamaio di gente che riversa i fatti propri e litiga e sparla.... Non ho mai scritto niente di personale, non ho mai scritto proprio niente, ho solo condiviso qualche foto dei posti che ho visto. Meno male che ci sono associazioni che si muovono e cercano di aprire gli occhi alla gente. Saluti.

Elettra R. ha detto...

@Gus O.
Saranno i loro miasmi a decimarli.
Un abbraccio Gus!

Elettra R. ha detto...

@Olivia
Come si dice: "la speranza è l'ultima a morire", ma è vero che a furia di nuotare nella cacca, certi stronzi finiscono nelle fogne.
Ricambio i saluti

Elettra R. ha detto...

@Mirtillo14
Ma tu perché hai bisogno di stare su fb? Hai un bel blog, esci da quel letamaio che come affermi anche tu, non tutela i suoi utenti e avvalla comportamenti da codice penale.
Ricambio i saluti!

fu_Surfinia ha detto...

Sono su facebook e continuerò a starci. Ne faccio e ne ho sempre fatto un uso parsimonioso e moderato. Mai condiviso fatti o foto personali. I miei pensieri e considerazioni preferisco discuterli nella blogosfera. Ritengo comunque eccessivo demonizzare facebook e addossare la totalità delle colpe dello sputtanamento al suo fondatore. Perchè dico questo? Ho visto persone pubblicare l'impossibile, dalle foto dei figli, al proprio numero di cellulare, ai propri spostamenti in ogni momento della giornata, le proprie storie familiari, personali, perfino i dettagli dell'uso del wc. Io non ho mai avuto intrusioni, mail sospette, pubblicità invasive e seccature simili. Questo mi fa fare due più due su di chi sia la responsabilità di tutta questa privacy violata e le conseguenti lamentele a riguardo. Mia opinione, come sempre.

Sciamanesimo Femminile ha detto...

Non mi è mai piaciuto faccia libro, l'ho deriso, sono passata "indenne" a centinaia di: "ti iscrivi?" "mi aggiungi come amica?" etc.... poi sono passata ad osservarne le metamorfosi (solo apparenti, una vera metamorfosi porta ad un cambiamento invece in FB c'è stata solo e sempre una regressione e questo non è un cambiamento è una conferma all'essere nato sbagliato....), e infine mi sono fatta un idea su questo social, per me sociale è appunto quello che dici te, la vita vera che si muove fuori da un computer, un pc, o uno smartphone, può essere un mezzo non un fine chi ci è caduto-a e poi è rinsavita-o ha fatto la scelta giusta, chi invece ha continuato a difendere quello che andava preso solo come strumento ha continuato a sguazzare nella melma. Anche io come te spero che si riesca a farlo chiudere oppure che cambi del tutto ma che veramente cambi non che faccia finta di far questo.

F.A.V. ha detto...

Venire a conoscenza di questa notizia mi dà grande soddifazione poiché non solo conferma tutto ciò che ho scritto nel mio saggio "La mia fuga da Facebook" ma è la riprova che presto o tardi la melma (chiamiamola così) viene a galla e con essa anche i rifiuti che ci navigano dentro.

Melinda Santilli ha detto...

Qualche giorno fa su Repubblica on line avevo letto un articolo che diceva che Zuckerberg avevava parlato ai top manager di fb dicendo loro che sono in guerra contro il mondo, dopo l'inchiesta del NY Times che denunciava una delle tante stronzate combinate da questo non-social.
Io fb non lo sopporto, per me avrebbe dovuto chiudere il giorno stesso che ha aperto.
Ottimo post.

Elettra R. ha detto...

@surfina
Condivido la tua opinione, è vero che su facebook vi postano di tutto e di più, dalle foto dei figli a quelle delle attività in camera da letto ma ciò non toglie la responsabilità del suo fondatore, spetta a lui vigilare e far rispettare le regole.
Ciao :-)

Elettra R. ha detto...

@Sciamanesimo Femminile
L'unico vero cambiamento è la chiusura totale di facebook con relativi "suicidi"mentali, nel frattempo lasciamo sguazzare nel letamaio le mosche.
Ciao :-)

Elettra R. ha detto...

@F.A.V.
Immaginavo che la notizia ti avrebbe dato grande soddisfazione. Poi per lo smaltimento rifiuti c'è sempre l'inceneritore.
Ciao:-)

Elettra R. ha detto...

@Melinda
Il mondo contro Zuckerberg... ma che potenza di encefalo è costui.
Ciao :-)

MadMath ha detto...

quando facciabuk chiuderà voglio essere presente e bermi un sorso di vero assenzio sessantotto gradi ^^

Elettra R. ha detto...

@MadMath
Ovviamente lo condividerai anche con me :-)
Benvenuto a bordo!